Settimana 46

Prime impressioni di Standard con Crimson Vow e il MTG Vegas

Crimson Vow Standard: Week 0

Ad appena 3 giorni dall’uscita del nuovo set, abbiamo già tantissime decklist del nuovo Standard, grazie a due big event giocatisi sabato su Magic: Arena. Il primo è il torneo gratuito organizzato dal famoso streamer Crokeyz, il secondo è la quarta tappa del Red Bull Untapped 2021.

Al torneo di Crokeyz, dove si sono registrati più di 350 partecipanti, a salire sul gradino più alto del podio è stato Felipe Landim alla guida di Orzhov Control, archetipo che combina gli elementi migliori di Mono Black Control ed Edgar, Charmed Groom, carta di Crimson Vow che si rivela ottima per ripartire dopo una mass removal. Ed in effetti, in un field dominato da Mono White (15% del meta) e Mono Green (12.6% del meta), un mazzo del genere appare sicuramente come favorito. Interessante notare come non ci siano copie di mazzi Izzet nella top 16 dell’evento, nonostante Izzet Draghi fosse il terzo archetipo più popolare, con il 7% circa di metagame share. In top troviamo invece due copie di Dimir: Control e Tempo. Il primo non gioca praticamente alcuna carta di Crimson Vow ed è il classico archetipo di controllo basato sulle ottime mass removal nere, mentre il secondo predilige un piano più aggressivo con il backup di alcuni counter e removal. Da ultimo vi segnalo anche le due copie di Selesnya Umani in top 8 che, con questo risultato, reclama un posto tra gli aggro Tier 1 del formato, assieme a Mono Green e Mono White. Prima di passare oltre uno sguardo veloce alle Win Rate: Mono White e Mono Green sono sopra il 60%, seguiti da Izzet Epiphany con il 54%. Tutti gli altri archetipi popolari si attestano sotto il 50%, configurandosi come pessime scelte nel metagame di questo torneo.

Per quanto riguarda il Red Bull Untapped, la tappa dello scorso weekend (dove si sono registrati quasi 1000 players) ha visto trionfare:

  • Rafael Quinta Pozo con Mono White Aggro (Platinum Division)
  • Simón Arboleda Escobar con Mono White Aggro (Gold Division)
  • Scott McNamara, con Izzet Epiphany (Silver Division)
  • Guardianthesecond, con Mono White Aggro (Bronze Division)

Appare abbastanza chiaro, sommando questi risultati a quelli del torneo di Crokeyz, come Mono White sia stato il miglior archetipo del weekend. Ed in effetti, andando ad analizzare il meta di questo torneo, scopriamo che è proprio andata così. A fronte di un 20.7% di metagame share, WW fa registrare un’ottima Win Rate del 58%, ed è il migliore degli archetipi Tier 1. Mono Green, Izzet Epiphany e Izzet Dragons hanno WR decisamente peggiori (rispettivamente 52%, 52% e 45%), unitamente a una minore popolarità (rispettivamente 16%, 13% e 8.4% di metagame share). Anche Dimir Control non riesce a sfondare il muro del 50% di WR, così come Rakdos Vampiri.

Il prossimo weekend il Red Bull Untapped ci propone una nuova tappa, con orario di inizio sincronizzato sul fuso giapponese. Se volete partecipare, trovate tutte le info su come farlo qui. Il formato è sempre Standard.

Da ultimo, vi segnalo che lo scorso weekend si è giocato anche l’Hooglandia Open, un altro evento organizzato da un famoso streamer (Jeff Hoogland). Se volete dare un’occhiata ai risultati del suo torneo, potete trovarli qui, ma è doveroso segnalarvi che, con meno di 80 partecipanti, il campione statistico è molto più ristretto ed è soggetto ad una maggiore varianza. Questo implica che l’evento non può essere un indicatore dell’attuale stato dello Standard, come invece lo sono stati gli altri due tornei.

Il MTG Vegas

Il prossimo weekend torna anche quello che, probabilmente, ricorderemo come l’evento dal vivo più grande, di Magic, del 2021: il MTG Vegas. Il torneo sancisce, di fatto, il ritorno dei GP/MagicFest e ha tutte le carte in regola per essere un successo:

  • 3 giornate di eventi (a partire da venerdì 19), con ingresso libero a tutti i giocatori muniti di certificazione vaccinale;
  • Due main event (Modern e Sealed di Crimson Vow), con un montepremi totale di 50k $;
  • Centinaia di side event in tutti i formati Constructed e Limited (inclusa la Command Zone).

Per chi volesse dare un’occhiata al programma completo della 3 giorni, è disponibile il sito ufficiale dell’evento. Nessuna informazione sul live coverage, che spero vivamente potremo tornare a seguire, ma immagino lo scopriremo solo il prossimo weekend.

E con questo è tutto per oggi, alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *