Settimana 07

L'Arena Open Sealed

I risultati del CFB Pro Showdown


All’ultimo CFB Showdown, Monored torna a far paura, portando ben 3 copie nella top 8 del torneo. Tra gli altri archetipi troviamo anche Dimir Rogues, Sultai Ultimatum, Esper Doom Foretold e Mono White.

Mono-Red came to slay! These are the Top 8 decks of the CFB Pro Showdown.

Watch live coverage at twitch.tv/channelfireball

Pubblicato da Channel Fireball su Sabato 13 febbraio 2021

Alla fine della top è proprio Esper Doom Foretold, guidato da Claudio Yong Ke, a salire sul gradino più alto del podio. Congratulazioni al nostro collega italiano!

Lo SCG Tour continua

Anche all’ultimo Kaldheim Championship Qualifier, disputatosi ieri su MTGMelee, sono i mazzi aggro a farla da padrone, in particolare Mono White, che piazza ben 3 copie in top 8, di cui due si giocheranno poi il primo posto. In top troviamo anche 3 copie di Sultai Ultimatum, Jeskai Cycling e Temur Midrange.

Lo Starcity Games Tour Online prosegue anche il prossimo weekend, con le ormai consuete modalità di iscrizione e partecipazione. Il formato degli eventi Satellite e del Championship Qualifier sarà lo Standard. Qui trovate costi e modalità d’iscrizione, orari e premi.

Il ritorno dell’Arena Open

Il prossimo weekend torna anche l’Arena Open, il torneo aperto a tutti dove si possono vincere fino a 2000 dollari a persona. Per l’occasione, la Wizards ha deciso di cambiare drasticamente il formato dell’evento che passa, per la prima volta nella storia del torneo, da Constructed a Limited. In particolare, il formato sarà Kaldheim Sealed sia al day 1 (con la possibilità di scegliere le modalità BO1 e BO3) che al day 2 (solo BO3). Il costo di iscrizione è pari a 22500 gold oppure 4500 gemme, e potrete giocare il day 1 nella giornata di sabato 20/02, mentre il day 2 inizierà domenica. Tutti gli orari sono comunque disponibili al link ad inizio paragrafo.

La banlist del 15 febbraio

Veniamo infine alla notizia più calda della giornata, la banlist che la Wizards aveva preannunciato nei giorni scorsi è finalmente realtà. Trovate qui l’annuncio completo, che vi riassumo di seguito con uno screenshot:

Come potete vedere, la lista è piuttosto lunga, e manca anche una modifica sostanziale all’abilità Cascade, che da ora in poi recita:

Rivela carta dalla cima del tuo grimorio finchè non riveli una magia con costo di lancio più basso della spell con Cascade. Puoi lanciare questa magia se il suo costo di lancio è minore di quello della spell con Cascade.

In questo modo, la Wizards risolve il problema di poter castare il retro di Valki, God of Lies (cioè Tibalt Cosmic Impostor) usando una qualsiasi spell con Cascade a costo 3 (tipo Violent Outburst).

Per quanto riguarda i ban in sè, per Historic non c’è molto da dire. Il ban di Uro era già scritto, e Omnath è meglio che rimanga dove sia.

In Pioneer, la Wizards ha risolto insieme più di un problema: tolto dal mezzo Uro, si è voluto agire anche contro Teferi, Time Raveler e, di conseguenza, arginare sul nascere Wilderness Reclamation, che avrebbe rischiato di spopolare. Da ultimo, ci lasciano anche le due carte chiave di Oops! All Spells, il mazzo che poteva permettersi di giocare zero terre e vincere con una combo piuttosto unfair e difficile da arginare nel formato.

In Modern, oltre ad Uro, ci lasciano due terre: Field of the Dead e Mystic Sanctuary. Queste carte permettevano in effetti di creare dei loop facilmente ripetibili e difficili da arginare per l’avversario, diminuendo la varietà di archetipi giocabili. Tibalt’s Trickery ci lascia a causa del netto shift del metagame nel corso delle ultime settimane, visto che la nuova spell aveva ormai monopolizzato il formato, e ci lascia anche Simian Spirit Guide, l’unica accelerazione a costo zero rimasta ancora legale nel formato.

In Legacy, Oko ed Arcum’s Astrolabe seguono il destino che gli era spettato in Modern, mentre Dreadhorde Arcanist viene bandito preventivamente onde evitare il suo dominio dopo il ban di Oko.

Infine, in Vintage, Lurrus torna legale dopo il cambio di ruling dei Companion, per cui pagare 3 mana addizionali per metterlo in mano da fuori dal gioco potrebbe non renderlo più così appetibile come appena stampato.

Insomma, la Wizards ha deciso di dare un bello scossone ai formati Eternal, con questo cambio di passo importante. Vedremo nelle prossime settimane come si assesteranno i formati, ma sono piuttosto contento di questo vento di cambiamento che rimischia di parecchio le carte in tavola.

E con questo è tutto per oggi, a prestissimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *