Dominaria e il Costruito, pt.1

Le migliori carte Bianche, Blu e Nere

Anche per quanto riguarda le recensioni del costruito, adotterò la scala dei valori usata da LSV nelle sue recensioni delle migliori carte per il costruito. Di seguito trovate i riferimenti:

5.0: Bomba multiformato. (Jace, the Mind Sculptor. Tarmogoyf. Snapcaster Mage.)
4.0: Staple di almeno un formato. (The Scarab God. Collected Company. Remand.)
3.5: Forte in diversi formati ed in diversi archetipi, ma non una carta che definisce il formato. (Jace Beleren. Radiant Flames. Shambling Vent.)
3.0: Staple di un determinato archetipo. (Viscera Seer. Zulaport Cutthroat. Heart of Kiran.)
2.5: Carta chiave di alcuni mazzi, ma rimpiazzabile. (Veteran Motorist. Anticipate. Transgress the Mind.)
2.0: Carta prettamente da sideboard o che potrà essere giocata in mazzi che al momento non esistono. (Huatli, Warrior Poet. Naturalize. Duress.)
1.0: Si è giocata una volta, in un mazzo, in side.

Il formato di riferimento è lo Standard per tutte le carte, salvo dove diversamente specificato.

Bianco

Baird, Steward of Argive – 2.0

Carte del genere si sono giocate in Standard e non escludio che questa leggenda possa giocare un ruolo in mazzi controllo a base U/W. E’ un po’ troppo lenta per l’attuale Standard, ma ha del potenziale.

Benalish Marshal – 3.0

Un effetto del genere su una creatura troverà sicuramente applicazione in Standard, in particolare nell’esistente mazzo Vampiri oppure in un mazzo più aggressivo mono bianco.

Board the Weatherlight – 2.0

Un tutore per cercare la carta chiave in un mazzo artefatti, somiglia molto ad Ancient Stirrings. Per questo motivo non credo si giocherà in Modern, ma in Standard potrebbe dire la sua.

Daring Archeologist – 2.0

Anche per questo signore non c’è spazio oggi in Standard, ma la possibilità di generare vantaggio carte appena entra sul campo di battaglia lo rende appetibile.

Dauntless Bodyguard – 2.0

Il fatto che sia un 2/1 per un solo mana lo rende piuttosto aggressivo e non è difficile pensare che possa trovare spazio in un monobianco o altro mazzo simile, sia come creatura aggressiva nei primi turni che come protezione per i nostri pezzi migliori in late game.

Fall of the Thran – 2.0

Effetti tipo Armageddono non si vedevano da tempo (sia in Standard che in Modern) e non escludo che quest carta possa giocarsi in Tipo 2, in mazzi aggressivi per impedire ai mazzi più lenti di riprendersi dalle partenze più veloci. Il CMC è elevato, ma voglio dargli una chance.

History of Benalia – 3.5

Voglio essere generoso con questa carta perchè ha un power level molto alto. Può trovare spazio sia in strategie aggressive, che in mazzi più lenti per arginare le strategie più aggressive. Il terzo effetto non sarà sempre rilevante, ma sono le prime due trigger che contano.

Knight of Grace – 2.0

Mazzi aggressivi, soprattutto Vampiri, potrebbero volere una creatura del genere almeno in side.

Lyra Dawnbringer – 3.0

Anche senza pompare altre creature, le stat di questa creatura sono buone se paragonate al costo di lancio. Ai tempi, Baneslayer Angel era uno staple dello Standard: vedremo se questa creatura riuscirà ad emularlo.

Seal Away – 3.0

Lo Standard è già pieno di effetti simili (Cast Out, Baffling End), ma questo Seal Away combina assieme la velocità istantanea e il basso CMC. Peccato che funzioni solo su creature tappate, ma potrebbe comunque trovare spazio in mazzi controllo a base bianca a cui mancava una removal a costo 2.

Shalai, Voice of Plenty – 2.0

Standard: l’effetto è forte, ma niente di eccezionale. Obbliga l’avversario a distruggere una creatura che comunque andava rimossa, essendo un buon beater volante. Infine, non regge il confronto con Glorybringer, perciò non penso si giocherà, almeno per ora.

Modern: potrebbe trovare spazio in monocopia in un mazzo con Chord of Calling, ma dover pagare 7 mana per metterla in campo la rende troppo lenta perché il suo effetto sia ancora rilevante. Permette anche di scombare con l’accoppiata Resoration Angel + Kiki Jiki senza correre il rischio di removal, ma i tempi di Birthing Pod sono purtroppo passati. Tra l’altro, costando 4 mana non può essere lanciata di Collected Company. Infine, l’abilità attivata è peggiore di Gavony Township.

Teshar, Ancestor’s Apostle – 2.0

Il voto se lo merita tutto perchè il power level dell’abilità è molto alto, ma anche qui manca il mazzo giusto.

Urza’s Ruinous Blast – 1.0

Fumigate e Settle the Wreckage sono delle rimozioni migliori, se stiamo parlando di creature. Tra l’altro, dovremo avere anche un permanente leggendario (preferibilmente un planeswalker) per poterla lanciare. Secondo me non ce la può fare.

Blu

Artificer’s Assistant – 2.0

Modern: qualcuno la sta provando in Affinity per generare card quality in early game, in modo da migliorare le pescate del mazzo. Se lo equipaggiamo con Cranial Platng, genera sempre una buona pressione sull’avversario.

Pauper: se questa carta potrà trovare spazio in Modern, si potrebbe pensare di inserirlo anche in Affinity Pauper, dove questa carta potrebbe trovare applicazioni anche in midgame, dato che il mazzo è un po’ più lento rispetto alla sua controparte “moderna”.

The Antiquities War – 2.0

Anche in questa carta c’è del buon potenziale, ma nessun mazzo esistente. La carta è sicuramente un po’ lenta, perciò bisogna lavorarci attorno parecchio, ma genera un buon vantaggio carte ed è una win condition che l’avversario deve rispettare.

Arcane Flight – 2.0

Pauper: in questo formato esiste già un mazzo Aura Hexproof, e questa carta è buona perchè fornisce evasività, rendendo inutili gli eventuali bloccanti terrestri. Purtroppo la combinazione G/W sembra essere molto forte, perciò non penso ci sarà lo spazio per un terzo colore o per una nuova lista U/G. Comunque, rimane una bella carta.

Blink of an Eye – 2.5

Ai tempi di Zendikar, Into the Roil si è giocato in Standard, perciò ci sono buone possibilità anche per Blink of an Eye, soprattutto in un eventuale mazzo Tempo.

In Bolas’s Clutches – 2.0

Ruba The Scarab God, quindi può avere un senso.

Karn’s Temporal Sundering – 2.5

Modern: dopo lo sban di Jace TMS, Monoblu turni è tornato di moda in Modern. Sicuramente un paio di copie di Karn’s Temporal Sundering si potrebbero giocare in quel mazzo, considerando che i planeswalker sono leggendari. Ha anche applicazioni in Commander.

Merfolk Trickster – 3.5

Standard: Merfolk esiste in Standard, anche se non è ancora un Tier1. Questa carta è un’ottima aggiunta alla lista, in quanto gli fornisce una rimozione in una combinazione di colori che normalmente non ne ha. Potrebbe addirittura portare il mazzo tra i Tier1 del formato.

Modern: ottimo upgrade di Harbinger of the Tides, permette di uccidere una creatura attaccante oppure di aprire la strada ai nostri Tritoni, togliendo di mezzo un bloccante fastidioso. Si giocherà, molto probabilmente in 4x.

The Mirari Conjecture – 2.0

Carta sicuramente lenta, ma dal buon potenziale.

Naru Meha, Master Wizard – 2.0

Un Lord dei maghi in un set con due magie (Wizards Retort e Wizard’s Lightning) che incentivano a giocare questa tribù. Se nascerà un mazzo maghi, almeno un paio di copie le giocheremo volentieri.

Syncopate – 2.5

Non uno dei miei counter preferiti, ma in Standard fa il suo dovere, visto che è forte sia in early che in mid e late game. La capacità di esiliare la magia è un ottimo upside in un mondo pieno di Scarab God, Embalm e God-Pharaoh’s Gift.

Tempest Djinn – 2.0

Anche qui, buon power level ma mancanza del mazzo giusto. Sicuramente lo Standard non è molto adatto a strategie monocolore, ma monoblu (magari con l’aiuto di qualche artefatto) potrebbe dire la sua nel formato.

Unwind – 2.5

E’ vero che costa 1 mana in più di Negate, ma in mazzi Tron a base blu l’upside di stappare 2 o più terre della triade è molto rilevante. Possibili applicazioni sia in Pauper che in Modern.

Vodalian Arcanist – 2.0

Un acceleratore blu che è contemporaneamente Merfolk e Wizard. Più adatto al secondo tipo di mazzo tribale, potrebbe trovare il giusto spazio se il mazzo esisterà.

Wizards’s Retort

Standard – 2.0: Il motivo principale per giocare un mazzo Maghi in Standard è questo counter che ricorda tantissimo Counterspell. Anche senza Maghi in gioco, è comunque l’ennesima versione di Cancel, che ha visto sporadico gioco in Standard in mancanza di meglio.

Modern – 3.0: in Modern ci sono tanti maghi forti, tra cui Snapcaster Mage, Grim Lavamancer e Dark Confidant. La possibilità di giocare Counterspell in questo formato è sicuramente molto appetibile, perciò ci saranno tanti giocatori che proveranno a costruire il mazzo giusto per abusare del power level di questa carta. E non escludo che qualcuno riesca a realizzare qualcosa di competitivo.

Zahid, Djinn of the Lamp – 2.0

Bel manzo in un mazzo artefatti. Come molte altre carte già citate in questa recensione, chi vivrà vedrà.

Nero

Cast Down – 3.5

Standard: non ha lo stesso appeal che in Modern, visto che lo Standard è un formato ricco di creature leggendarie, il cui numero è destinto ad aumentare con l’uscita di Dominaria. Rimane comunque una rimozione a velocità istantanea che toglie tutto quello che non rimuove Fatal Push. E’ vero che esiste Vraska’s Contempt, ma la differenza di CMC è molto rilevante.

Modern: in Modern ci sono due creature leggendarie degne di nota: Baral e Tasigur. Per il resto, questa rimozione distrugge tutte le creature del formato e potrà essere giocata in ogni mazzo col nero, dal Mono Black Vampiri del sottoscala ad Abzan, passando per Sultai e tutte le combinazioni bicolor senza il rosso. Non avrà l’impatto di Fatal Push ma ci andrà vicino.

Dread Shade – 2.0

Le creature di questo tipo hanno sempre avuto uno spazio in Standard (vedi Nantuko Shade). Con la stampa della nuova versione di Cabal Coffers (Cabal Stronghold) le probabilità di vederla giocata in Tipo 2 aumentano.

Josu Vess, Lich Knight – 2.0

Se Cabal Stronghold permetterà la nascita di un mazzo Mononero in Standard, Josu Vess sarà la sua migliore win condition.

Knight of Malice – 2.0

Vedi Knight of Grace.

Phyrexian Scriptures – 2.0

Un’Ira di Dio che lascia in vita la nostra creatura migliore. Peccato che sia leggibile e l’avversario possa facilmente giocarci attorno. Quindi non mi convince, ma non escludo che possa giocarsi.

Torgaar, Famine Incarnate – 1.0

Anche in un mazzo token, avremo win condition migliori.

In sintesi

A parte un paio di carte dall’utilizzo praticamente certo (History of Benalia, Merfolk Trickster, Cast Down) le carte di questa prima “Constructed review” hanno un buon potenziale ma mancano dello shell giusto in cui essere giocate. Vedremo se Dominaria basterà, da sola, a far nascere nuovi mazzi monocolore (per sfruttare carte come Tempest Djinn e Dread Shade) oppure basati sugli artefatti, per usare al meglio le spell con Heroic e carte come Zahid e Antiquities War.

Per la seconda parte dell’analisi tornate a trovarci giovedì prossimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *