Holiday Vintage Cube

Il miglior formato Limited alla portata di tutti

Quanto sarebbe bello poter draftare una bustina di 15 rare? Vi piacerebbe poter mettere insieme, nello stesso mazzo Limited, carte del power level di Mind Twist, Black Lotus e Channel? Ormai da diversi anni a questa parte, la Wizards fornisce a tutti i giocatori questa possibilità grazie all’Holiday Vintage Cube, disponibile su Magic Online nel periodo delle festività natalizie.

Il formato è composto da un pool di carte (540 in totale) tra le più forti mai stampate nella storia di Magic, a partire dalle Alpha e fino alla nuovissima espansione Ixalan. La lista viene continuamente aggiornata con delle nuove uscite e dei cambi, per rendere il formato più vario e divertente. Ma vediamo nel dettaglio le peculiarità di alcune tra queste 540 carte.

Le magie Colorless

La caratteristica numero uno di questo formato, rispetto ad altri formati Cube Draft esistenti (Modern Cube, Legacy Cube, Commander Cube) è la presenza di numerose accelerazioni sotto forma di “mana rocks”. Oltre ai Signet di Ravnica, in questo formato potremo giocare carte del power level di Sol Ring, Mana Crypt, Mana Vault ecc. Inoltre, il formato mette a disposizione dei giocatori tutte le P9, perciò potreste ritrovarvi nel mazzo un bel Mox Sapphire o, perchè no, anche un Black Lotus.

Dimir Signet - Magic: the Gathering

Sol Ring - Magic: the Gathering

Mana Vault - Magic: the Gathering

L’alto numero di artefatti del mana presenti nel formato permette di creare mazzi molto veloci, in grado di giocare magie dai costi proibitivi sin dai primi turni. Questo rende particolarmente efficaci e ricercate le minacce colorless, che si sposano bene in diverse strategie di mazzo.

Myr Battlesphere - Magic: the Gathering

Ulamog. the Ceaseless Hunger - Magic: the Gathering

Ugin, the Spirit Dragon - Magic: the Gathering

Poter lanciare un Ugin già al turno tre è cosa rara anche in costruito, ma è possibile farlo senza troppa difficoltà draftando Vintage Cube.

Da non dimenticare che, per migliorare la propria manabase, nel formato sono disponibili anche tutte le Dual, tutte le Shockland e tutte le Fetchland.

Le magie colorate

Blu

Nonostante le magie colorless siano tra le più forti del formato, anche gli altri colori non scherzano come power level. Oltre al resto delle P9 (tra cui la più forte è senza dubbio Ancestral Recall), il blu ha accesso alle migliori contromagie del gioco (Mana Drain, Force of Will ecc.) nonchè ad alcune minacce molto efficaci come Jace, the Mind Sculptor, Consecrated Sphinx, Tinker e Inkwell Leviathan.

Consecrated Sphinx - Magic: the Gathering

Tinker - Magic: the Gathering

Oltre a quanto sopra citato, il blu può contare su un buon numero di manipolazioni, tra cui i sempre ottimi Brainstorm, Ponder e Preordain.

Bianco

Il bianco, nonostante abbia carte dal buon power level, è un colore debole se preso singolarmente. Tra le carte migliori di questo colore si annoverano Wrath of God, Armageddon, Sword to Plowshares e Land Tax come utility, mentre le sue minacce migliori sono Stoneforge Mystic, Elesh Norn e Elspeth, Sun’s Champion

Ravages of War - Magic: the Gathering

Elesh Norn, Grand Cenobite

Il bianco è un buon colore di supporto, specialmente se affiancato al blu in mazzi di controllo o al rosso per mazzi aggressivi. Ci sono infatti anche un buon numero di creature aggressive a basso costo di mana, che permettono di supportare strategie veloci.

Nero

Il nero è il miglior colore per le rimozioni e gli scartini, ma ha accesso anche a buone minacce. Tra le carte migliori, oltre al già citato Mind Twist, troviamo Hymn to Tourach, Liliana of the Veil, Bitterblossom, Vampiric Tutor e Griselbrand.

Mind Twist - Magic: the Gathering

Vampiric Tutor - Magic: the Gathering

Inoltre, il nero è dotato anche del pacchetto Reanimator praticamente completo, lasciando spazio ai giocatori che si vogliono divertire con questo archetipo.

Verde

Il verde è noto per le sue accelerazioni, e questa peculiarità lo rende unico negli altri formati Cube Draft. Nel Vintage Cube però, carte come Birds of Paradise o Joraga Treespeaker sono spesso delle versioni più scarse degli artefatti del mana. Perciò il verde è un colore che va draftato principalmente per il power level delle sue noncreature spell, piuttosto che delle sue creature. Carte come Oath of Druid, Natural Order e Channel sono tra le migliori magie disponibili nel formato.

Channel - Magic: the Gathering

Oath of Druids - Magic: the Gathering

Rosso

Il rosso è il colore più aggressivo del formato ed è il migliore per costruire un mazzo aggro pieno di drop a basso costo di mana. Tra le migliori creature annoveriamo sicuramente Hellrider, Goblin Guide e Eidolon of the Great Revel. Il rosso dispone anche di molte magie utili a strategie combo, tra cui le migliori sono senza dubbio Sneak Attack, Goblin Welder e Splinter Twin, che va a braccetto con Pesterminte e Deceiver Exarch.

Sneak Attack - Magic: the Gathering

Goblin Welder - Magic: the Gathering

Da notare anche come il rosso sia diventato il colore migliore per accelerare del mana senza usare gli artefatti, grazie alle recenti aggiunte di Desperate Ritual, Pyretic Ritual e Mana Flare

Le migliori strategie

In questo mare magnum di carte diverse, è importantissimo draftare un mazzo che abbia un piano. Infatti, tante carte forti messe assieme non rappresentano sempre un mazzo solido, perciò è importante sapere in che direzione si vuole andare.

Mazzo colorless “nonsense”

Questo mazzo punta a draftare molte accelerazioni sotto forma di artefatti, avendo la potenzialità di lanciare già al turno tre o quattro carte come Ulamog, Karn o Ugin. In questo tipo di mazzo sono ugualmente importanti sia le accelerazioni che le chiusure. Avere poche chiusure significa non poter sfruttare al meglio il proprio mana, d’altro canto senza generatori di mana, il mazzo praticamente non funziona. In questo mazzo è molto facile splashare un colore, ad esempio il blu per Tinker o il rosso per Goblin Welder.

Carte chiave: Sol Ring, Mana Vault, Mana Crypt, Grim e Basalt Monolith, Metalworker, Karn, Ugin, Eldrazi vari.

Storm

Il formato dispone di tutte le carte necessarie per costruire un mazzo Storm quasi costruito. Solitamente bisogna giocare il blu e il nero come colori principali (per i cantrip e le chiusure) ma si può arrivare facilmente a giocare fino a quattro colori, aggiungendo carte come Wheel of Fortune e Heartbeat of Spring. Con le nuove aggiunte al colore rosso di cui parlavo prima, il verde diventa probabilmente inutile e si può giocare facilmente Grixis. Giocare Storm è comunque molto difficile, e richiede una serie di carte chiave che, se non sono presenti, rendono il mazzo ingiocabile. Al contrario di altre strategie, le carte chiave di Storm sono uniche e non sono rimpiazzabili con altre carte con effetti analoghi. Perciò è bene draftare questa strategia solo se si vedono dall’inizio alcune delle carte chiave, essendo così sicuri di essere gli unici al tavolo a draftare questa strategia.

Carte chiave: Tendrils of Agony, Brainfreeze, Yawgmoth’s Will, Time Spiral, Wheel of Fortune.

Reanimator

Questa strategia, che solitamente predilige i colori blu e nero, si fonda sulla presenza di una serie di carte per rianimare a basso CMC e alcuni discard outlet come Careful Study e Putrid Imp. Potremo riuscire a costruire un Reanimator degno dei migliori tempi dell’Extended, con la potenzialità di rianimare Griselbrand anche al turno uno. In questo mazzo hanno un ruolo vitale le interazioni con l’avversario, per essere sicuri che i nostri ciccioni abbiano la strada spianata. Sono quindi ottime carte come Thoughtseize e Counterspell, che proteggono le nostre creature da eventuali rimozioni.

Carte chiave: Entomb, Exhume, Reanimate, Animate Dead, Careful Study, Looter il-Kor, Recurring Nightmare, creature da rianimare con effetti forti (Sheoldred, the Whispering One, Inkweel Leviathan, Myr Battlesphere).

Twin

Potremo tornare a provare l’ebrezza della combo di due carte più forte del Modern grazie alla presenza di tutti i pezzi necessari. Questa strategia è particolarmente interessante perchè, anche senza Splinter Twin nel mazzo, può comunque giocare come un U/R Control che vince con vari Planeswalker (sia il blu che il rosso ne hanno tanti e anche molto forti). Inoltre, se abbiamo Kiki-Jiki, Mirror Breaker, potremo pensare di giocare anche il bianco per Restoration Angel e magari aggiungere pure un Ajani Vengeant. L’elemento di controllo in questi mazzi è comunque fondamentale, perciò non dimenticate di prendere le migliori carte blu che vi arrivano a tiro.

Carte chiave: Pestermite, Deceiver Exarch, Splinter Twin, Kiki-Jiki, Fact or Fiction, Mystic Confluence, Force of Will, Vedalken Shackles.

U/G

La strategia di questo mazzo è floodare la board con molte creature piccole e vincere in due modi diversi: sfruttando Opposition per tappare out l’avversario tutti i turni, oppure lanciando Craterhoof Behemot. In generale questo mazzo, avendo molte creature del mana, può permettersi di giocare anche molte minacce Colorless, ma in genere le due chiusure on color sono migliori e anche più facili da trovare, perchè meno draftate delle carte incolore. Il problema di questa strategia è che ha molte poche interazioni contro un eventuale Reanimator, e se becca un mazzo controllo a base U/W, muore facilmente dagli effetti tipo Wrath of God. In generale questa strategia è abbastanza semplice da draftare, perchè il verde è poco draftato in questo cubo.

Carte chiave: accelerazioni verdi a CMC=1 (Joraga Treespeaker, Noble Hierarch ecc.), Opposition, Green Sun’s Zenith, Upheval.

Burn

Il mazzo aggressivo per eccellenza è solitamente monorosso, ma può anche essere splashato di bianco per un paio di rimozioni e alcune creature fastidiose. In genere Mono Red sarà sempre molto aperto, perchè le persone preferiscono draftare mazzi più unfair, ma farà sempre il suo sporco lavoro. In un formato in cui le rimozioni scarseggiano, riuscire a lanciare alcune creature nei primi turni può portare l’avversario così basso da essere ucciso tramite danni diretti. Inoltre, il rosso ha molti modi per distruggere gli artefatti, rallentando facilmente le strategie degli altri mazzi. Ovviamente, se si trova ad affrontare Reanimator o Storm, è probabile che non riesca a vincere dato il suo scarso numero di interazioni.

Carte chiave: creature aggressive a CMC=1, Hellrider, Sulfuric Vortex, Koth of the Hammer, tutti i botti che vi vengono passati.

Queste sono solo alcune delle combinazioni di colori che si possono realizzare nel formato. Divertitevi a creare il vostro mazzo, ricordandovi sempre di avere una strategia più o meno chiara in testa.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *