Il metagame Modern di Novembre

Nuovo metagame, vecchi classici

Sono passati ormai tre mesi dall’ultima volta che abbiamo analizzato il metagame Modern. Con l’inizio di novembre, e con i risultati degli ultimi SCG Open, vediamo come è cambiato il formato.

Il mazzo da battere: U/R Gifts Storm

Con una sorprendente seconda posizione nell’analisi del metagame di MTGGoldfish, U/R Gifts Storm sembra essere uno dei mazzi di maggior successo delle ultime settimane. Oltre agli ottimi risultati ottenuti online, il mazzo ha mostrato i muscoli anche agli ultimi due SCG Open (Cincinnati e Charlotte) piazzando diverse copie in top8. Di seguito una sample decklist:

U/R Gifts Storm by Paul Muller, 1st place at SCG Open Charlotte

Creatures (6)
4 Baral, Chief of Compliance
2 Goblin Electromancer
Spells (37)
4 Desperate Ritual
4 Gifts Ungiven
3 Grapeshot
4 Manamorphose
1 Noxious Revival
4 Opt
2 Past in Flames
4 Pyretic Ritual
3 Remand
4 Serum Visions
4 Sleight of Hand
Lands (17)
2 Island
1 Mountain
4 Shivan Reef
2 Snow-Covered Island
4 Spirebluff Canal
4 Steam Vents

Sideboard (15)
1 Dismember
2 Dispel
2 Empty the Warrens
3 Lightning Bolt
4 Pieces of the Puzzle
2 Shattering Spree
1 Wipe Away

Gifts Ungiven - Magic: the Gathering

Past in Flames - Magic: the Gathering

Baral, Chief of Compliance - Magic: the Gathering

Il mazzo vuole risolvere una delle sue sei creature e, al turno successivo, usare la combinazione di Gifts Ungiven + Past in Flames per vincere la partita con Grapeshot.

A mio avviso sono due le ragioni del grande successo di questo mazzo nelle ultime settimane:

  1. La stampa di Opt, che permette al mazzo di giocare ancora meno terre che in passato, riducendo il numero di pescate morte dopo il turno tre e aumentando le possibilità di pescare le magie neccessarie a chiudere la partita;
  2. Il successo di mazzi come Titan Shift ed Eldrazi Tron, contro i quali U/R Storm ha un matchup positivo. Infatti, sia Titan Shift che Eldrazi Tron hanno pochi modi di interagire con Storm e, soprattutto, di uccidere Goblin Electromancer e/o Baral.

Il mazzo è molto solido perchè riesce a riciclare le carte nel suo cimitero, ma post side è vulnerabile a diversi tipi di “hate” (hate contro il cimitero, rimozioni per le creature, counter, scartini). Inoltre è molto difficile da giocare e ha bisogno di tanto testing alle spalle, per sapere come muoversi nelle più svariate situazioni di gioco.

Affinity: sempre presente, mai da sottovalutare

Sempre su MTGGoldfish, il primo mazzo per popolarità torna ad essere Affinity. Come per Storm, i buoni risultati online di Affinity sono confermati da altrettanti successi agli SCG Open. Vediamo insieme la decklist:

Affinity by Andrew Elenbogen, top 8 at SCG Open Cincinnati

Creatures (26)
4 Arcbound Ravager
2 Etched Champion
2 Master of Etherium
2 Memnite
4 Ornithopter
4 Signal Pest
4 Steel Overseer
4 Vault Skirge
Spells (17)
4 Cranial Plating
4 Galvanic Blast
4 Mox Opal
4 Springleaf Drum
1 Welding Jar
Lands (17)
4 Blinkmoth Nexus
4 Darksteel Citadel
2 Glimmervoid
4 Inkmoth Nexus
1 Mountain
2 Spire of Industry

Sideboard (15)
2 Ancient Grudge
1 Bitterblossom
1 Dispatch
2 Etched Champion
2 Ghirapur Aether Grid
2 Grafdigger’s Cage
2 Rule of Law
2 Spell Pierce
1 Thoughtseize

Arcbound Ravager - Magic: the Gathering

Cranial Plating - Magic: the Gathering

Mox Opal - Magic: the Gathering

Il mazzo non ha bisogno di tante spiegazioni: è uno dei Tier 1 del Modern sin dalla nascita del formato. E’ però interessante capire quali siano le cause del suo ritorno al successo nelle ultime settimane. Come per Storm, ci sono due motivazioni che hanno portato alla ribalta di Affinity:

  • Buon matchup, almeno G1, contro Eldrazi Tron e Titan Shift, che sono troppo lenti per Affinity;
  • Calo di popolarità dei mazzi che giocano sweeper e carte come Stony Silence, che sono i naturali “predatori” dei robottini.

Il Modern, come ormai tutti dovremmo sapere, è un formato ciclico: nel momento in cui si abbassa la guardia contro Affinity, questo torna prepotentemente a vincere, facendo capire che il suo posto è tra i Tier 1 del formato.

Jeskai: il mazzo giusto al momento giusto

Nel contesto di cui sopra, il successo di un mazzo come Jeskai, di cui vi abbiamo parlato la scorsa settimana, appare naturale. Jeskai non perde praticamente mai da Affinity (sia pre che post board), ha un buon matchup anche in G1 contro Storm (grazie alle numerose removal per le creature e ad un clock veloce) e se la gioca contro Titan Shift con i vari counter a sua disposizione. Infine, ha un matchup favorevole anche contro Grixis Shadow che, anche se meno presente, rimane uno dei cinque mazzi più giocati del Modern.

Tra i top Tier del formato, il suo matchup peggiore è Eldrazi Tron: il game 1 è quasi impossibile da vincere e post side Ceremonious Rejection è l’unica carta che da’ una vera spinta al mazzo, perchè può neutralizzare tutte le magie dell’avversario. Inoltre Jeskai ha serie difficoltà contro i vari Jund ed Abzan, che però non sembrano così presenti come in passato.

Abzan: un ritorno possibile

Il declino dei mazzi B/G classici a favore delle liste con Death’s Shadow sembrava inarrestabile. Tuttavia, la ciclicità del Modern semra aver rimesso Abzan in una posizione di favore.

Abzan by Mattia Rizzi, 1st place at Ovino XII Modern Side Event

Creatures (12)
4 Dark Confidant
2 Kitchen Finks
2 Scavenging Ooze
4 Tarmogoyf
Spells (25)
2 Abrupt Decay
2 Collective Brutality
4 Fatal Push
3 Inquisition of Kozilek
3 Liliana of the Veil
1 Liliana the Last Hope
4 Lingering Souls
1 Maelstrom Pulse
2 Path to Exile
3 Thoughtseize
Lands (23)
3 Blooming Marsh
1 Forest
1 Godless Shrine
3 Marsh Flats
2 Overgrown Tomb
1 Plains
2 Shambling vent
1 Stirring Wildwood
2 Swamp
1 Temple Garden
4 Verdant Catacombs
2 Windswept Heath

Sideboard (15)
1 Collective Brutality
1 Damnation
1 Flaying Tendrils
3 Fulminator Mage
1 Grafdigger’s Cage
1 Lost Legacy
1 Maelstrom Pulse
1 Nihil Spellbomb
2 Stony Silence
2 Surgical Extraction
1 Thoughtseize

Dark Confidant - Magic: the Gathering

Lingering Souls - Magic: the Gathering

Fatal Push - Magic: the Gathering

Lingering Souls è la carta perfetta in un meta dove Jeskai e Affinity la fanno da padrone, perchè permette di generare vantaggio contro il primo e arginare la race contro il secondo. Jeskai inoltre fatica da sempre a gestire Liliana of the Veil, e anche sua sorella, Liliana the Last Hope, potrebbe diventare un problema nel lungo temrine. Infine, la buona quantità di interazioni a CMC=1 (scartini e removal) permette di giocarsela bene anche dai mazzi combo (Titan Shift e Storm).

Anche Abzan, però, ha le sue bestie nere: Eldrazi Tron è una di queste, perchè le sue creature sono molto difficili da rimuovere e, in media, più grandi di quelle che Abzan può proporre. Inoltre, Burn e Tron classico, che rimangono sempre giocatissimi in Modern, non sono mai stati dei matchup favorevoli per i mazzi B/G.

La posizione di Abzan oggi è sicuramente migliore rispetto a due mesi fa, ma il suo ritorno tra i Tier indiscussi del Modern dipenderà molto da quali altri mazzi saranno dominanti nel formato. Se Jeskai diventerà davvero il mazzo più giocato allora Abzan sarà senza alcun dubbio in una posizione molto favorevole.

Creature decks: un look rinnovato per Umani e Tritoni

Nonostante molte carte di Ixalan abbiano fatto il loro ingresso in Standard, l’impatto del nuovo set sembra sia stato maggiore sul Modern. In particolare, due dei mazzi “creature based” più giocati in Modern hanno subito un lifting importante grazie all’uscita della nuova espansione. Le nuove aggiunte hanno dato i loro frutti, come si può vedere dai risultati degli ultimi SCG Open.

Humans by Collins Mullen, 1st place at SCG Open Cincinnati

Creatures (36)
4 Champion of the Parish
4 Kitesail Freebooter
4 Mantis Rider
3 Mayor of Avabruck
4 Meddling Mage
4 Noble Hierarch
3 Reflector Mage
4 Thalia’s Lieutenant
4 Thalia, Guardian of Thraben
2 Thalia, Heretic Cathar
Spells (4)
4 Aether Vial
Lands (20)
4 Ancient Ziggurat
4 Cavern of Souls
1 Hallowed Fountain
2 Horizon Canopy
1 Plains
1 Temple Garden
4 Unclaimed Territory
3 Windswept Heath

Sidebord (15)
1 Anafenza, the Foremost
2 Ethersworn Canonist
2 Fiend Hunter
2 Izzet Staticaster
1 Mirran Crusader
1 Reflector Mage
2 Tireless Tracker
2 Vithian Renegades
2 Xathrid Necromancer

Kitesail Freebooter - Magic: the Gathering

Unclaimed Territory - Magic: the Gathering

Aether Vial - Magic: the Gathering

Mazzo super quadrato che rinuncia a Collected Company per poter giocare cinque colori e quattro copie di Thalia, Guardian of Thraben senza troppi pensieri. Grazie alle dodici terre che danno mana di qualsiasi colore, lanciare Kitesail Freebooter di secondo e Mantis Rider di terzo non sarà un problema. Il Pirata di Ixalan è una versione migliorata di Sin Collector, perchè riempie bene il buco in curva a due mana e può attaccare indisturbato sopra i terrestri dell’avversario. Infine, Fiala Eterea permette partenze esplosive che facilitano chiusure già a partire dal quarto turno.

U/G Merfolk by Jeremy Bertarioni, Top 4 at SCG Open Cincinnati

Creatures (31)
4 Harbinger of the Tides
1 Kira, Great Glass-Spinner
1 Kopala, Warden of Waves
4 Kumena’s Speaker
4 Lord of Atlantis
1 Master of Waves
4 Master of the Pearl Trident
4 Merfolk Branchwalker
4 Merrow Reejerey
4 Silvergill Adept
Spells (10)
4 Aether Vial
2 Dismember
4 Spreading Seas
Lands (19)
4 Botanical Sanctum
2 Breeding Pool
4 Cavern of Souls
4 Island
4 Mutavault
1 Unclaimed Territory

Sideboard (15)
3 Ceremonious Rejection
2 Deeproot Waters
1 Dismember
2 Dispel
2 Grafdigger’s Cage
3 Relic of Progenitus
2 Spell Pierce

Kumena's Speaker - Magic: the Gathering

Merfolk Branchwalker - Magic: the Gathering

Deeproot Waters - Magic: the Gathering

L’evoluzione della classica lista monoblu aggiunge il verde per giocare due ottimi tritoni di Ixalan: Kumena’s Speaker e Merfolk Branchwalker. Branchwalker aiuta a trovare le terre qualora il mazzo fosse in screw, portando a 12 il numero di magie a costo due che si ciclano. Kumena’s Speaker prende il posto di Cursecatcher, per mettere maggiore pressione all’avversario. Il cuore del mazzo rimane sostanzialmente invariato, ma queste due aggiunte danno maggiore spinta ai Tritoni, il cui piano aggressivo diventa più velocce rispetto al passato.

Sia in Merfolk che in Umani si preferisce Aether Vial a Collected Company. Penso possa essere interessante provare a giocare delle liste simili aggiungendo Company al posto di Fiala, aumentando anche il numero di terre a 21 o 22 in modo da essere sicuri di poter lanciare l’istantaneo verde al quarto turno. Sicuramente Fiala e Company sono due carte molto diverse e non intercambiabili tra loro, ma penso che il piano “Company” possa essere anche più efficace di quello “Fiala” e per questo proverò qualche lista con Company nelle prossima settimane.

Il metagame Modern di novembre offre molti spunti interessanti, sia per provare nuovi mazzi che per rispolverare vecchie glorie. E voi cosa ne pensate di questo formato, che continua a rinnovarsi nonostante l’assenza di ban recenti e sembra essere più in fermento che mai?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *